La settimana di Pitti Uomo, tra Arcobaleni e ponti sull'Arno

Pitti Uomo 2016,     un ponte per       "Lifeline Jordan"

Cambia il panorama dai lungarni, non solo per l’inaspettato crollo su quello Torrigiani, ma per l’appuntamento con i quale Pitti Uomo 2016 vuole lasciare il segno in questa edizione, ovvero una cena di gala in mezzo al fiume Arno.

Incuriosisce tutti i fiorentini questa installazione che permetterà ai selezionatissimi ospiti di cenare dove nessuno ha mai osato, su un ponte a pelo d’acqua, grandi piattaforme posizionate in modo da ospitare con raffinata eleganza tutti coloro che potranno donare almeno 1000 Euro a testa per le iniziative  dell’Unhcr che attraverso il progetto "Lifeline Jordan" sostiene circa 135mila rifugiati, persone, ma soprattutto bambini che vivono ai quattro angoli del mondo in situazioni di difficoltà a volte estrema.

L’idea è nata per la cena di gala di Luisa Via Roma e si terrà lunedì 13 giugno su questo nuovo ed effimero ponte sull’Arno posizionato davanti al lungarno Serristori; il nome dato a questa installazione è "The bridge of love", il ponte dell'amore, realizzato dall'architetto Claudio Nardi.

Il progetto si basa su nove piattaforme galleggianti, abbellite da tulle e da giochi di luce che renderanno l'atmosfera sull’Arno d’argento, ancora più magica.

Ad allietare la serata saranno il rapper britannico di origini nigeriane Tinie Tempah, recente autore della hit "Girls Like" e sull’altro lato i Lost Frequencies, autori della notissima "Are you with me", brano suonato in tutte le radio del mondo.

Madrina della serata, o ospite d’onore, Bianca Balti, modella e attrice che da tempo è in prima linea per il progetto dell'UNHCR che si occupa di aiutare i rifugiati siriani che hanno trovato asilo in Giordania.

Dodici ... solo piano per  Sounds and Lights

Dodici pianoforti a coda e gran finale con Allevi. Ingresso libero per tutti in Piazza Pitti lunedì 13 giugno alle ore 21, anche questo è uno degli eventi di Pitti Immagine Uomo.

Attesissima la presenza di Giovanni Allevi e del suo pianoforte che offrirà alla città un’esibizione gratuita per formalizzare il rapporto tra arte, moda e spettacolo.

Nessun luogo poteva essere più adatto a fare da cornice ai Piano Twelve, l’ensemble composto da ben 12 pianisti che si esibiranno con il maestro; in chiusura il compositore proporrà una selezione personale dei suoi brani più celebri, da “Symphony of life” a “Elevazione”, da “A perfect day” e “300 anelli”…

I Piano Twelve, un ensemble composto da sei uomini e sei donne,  suonano simultaneamente dodici pianoforti a coda, e rappresentano oggi una delle proposte più originali del panorama della tastiera bianca  e nera. L’effetto acustico è quello di essere circondati dal suono, una vera e propria stereofonia dal vivo.

In contemporanea, per pochissimi eletti e su invito, sulla terrazza che sovrasta il Rondò di Bacco, l’ala sinistra del Palazzo Pitti, una cena dal titolo  “Palazzo Pitti: Sounds and Lights”, l'evento di pre-apertura di Pitti Immagine Uomo 90, un tributo anche al 30° anniversario di fondazione del Consorzio Classico Italia, e in un momento di intrattenimento dedicato e donato all'intera città di Firenze.

La serata sarà anche occasione di presentare il progetto di Nuova Illuminazione di Palazzo Pitti donato dal Centro di Firenze per la Moda Italiana, con la prova generale in programma per le ore 23.30.